I Bandits perdono in casa

I BANDITS PERDONO AL LORO RITORNO AL RNA SHOWGROUNDS

L’asso dei Bandits, Maestri, subisce la sua prima sconfitta in campionato

Kenta Imamiya applies the tag on James McOwen.

I Perth Heat vincono il duello sul monte di lancio contro i Brisbane Bandits per 3 a 2 al Showgrounds nella notte di giovedi’, proprio a Brisbane.

I Brisbane Bandits sono tornati nel loro stadio di casa, l’RNA Showgrounds per affrontare la capolista, i Perth Heat in quattro sfide valevoli per la sesta giornata di campionato. Perth si è presentata all’incontro con un record di 12 vinte e 3 perse, tutte e tre le sconfitte subite alla quinta giornata contro Canberra. I Bandits invece si sono presentati alla sfida con un record di 7 vinte e 1o perse.

Lanciatori partenti Alex Maestri per Brisbane e Daniel Schmidt per Perth.

Il leadoff di Perth, Jamie McOwen ha subito colpito a freddo con un doppio ed è avanzato in terza grazie ad una scelta difensiva che ha permesso di eliminare il primo uomo dell’incontro. Il battitore successivo, Alex Burg ha poi colpito con un singolo al centro, portando subito in vantaggio la sua squadra. Maestri ha poi preso al volo la linea battuta dal catcher Allan de San Miguel per lanciare subito in prima base eliminando lo stesso Burg che si trovava fuori dalla base. Schmidt ha velocemente eliminato i Bandits consolidando il vantaggio per 1 a 0.

Maestri ha iniziato brillantemente il secondo inning, mettendo a strike out i primi due battitori, ma ha dovuto soccombere al prima base di Perth, Aaron Baker che lo ha colpito con un fuoricampo da un punto. Il battitore successico, Mychal Givens è stata la terza vittima di Maestri che ha eliminato anche lui per strike out. Al cambio difesa, Schmidt ha subito concesso una base per ball a Rory Rhodes ma si è fermato a quello. Dopo due inning, Perth in vantaggio 2 a 0.

All’inizio del terzo inning si è presentato in battuta Brenden Webb, che ha subito colpito con un fuoricampo da un punto, portando in vantaggio gli Heat per 3 a 0. Maestri ha regalato la base per ball al battitore successivo, McOwen, prima dell’eliminazione al volo di Tim Kennelly. McOwen ha poi rubato la seconda base e ha approfittato della base ball guadagnata da San Miguel per rubare la terza. Maestri ha poi messo a strike out anche Mitchell Graham concludendo senza danni l’inning. Al cambio di campo, il catcher di Brisbane, Ayatsugu Yamashita è stato colpito dal lancio ed è avanzato in seconda base grazie alla valida di Matt Roxburgh, ma anche in questo caso Schmidt non si è lasciato intimidire, lasciando i Bandits a zero e continuando la partita con punteggio di 3 a 0.

Alex Maestri al quarto inning ha dimostrato di essere uno dei migliori lanciatori della lega, togliendo le castagne dal fuoco. I Bandits hanno cercato di spingere in attacco, ma anche al quarto inning sono stati domanti dal lanciatore avversario Schmidt che ha concesso solo una base per ball a Rory Rhodes. Dopo quattro inning completi il punteggio era ancora fermo sul 3 a 0.

Le mazze di Perth si sono placate all’inizio del quinto inning. Alla fine dek quinto invece, i Bandits si sono portati sotto. Keji Nakahara ha raggiunto la seconda base grazie all’errore di tiro del catcher di Perth. Poi, dopo lo strike out di Yamashita, Kenta Imamiya ha battuto un singolo verso l’esterno centro che ha fatto segnare Nakahara. Matt Roxburgh è stato poi eliminato per strike out e il battitore successivo, Josh Roberts, ha battuto una linea che ha fatto segnare il punto a Imamiya, peccato che poi lo stesso Roberts sia stato eliminato nella stessa azione nel tentativo di raggiungere la seconda base. Alla fine del quinto inning Perth era ancora in vantaggio, ma con uno striminzito 3 a 2.

Dopo essere arrivato in base grazie ad un errore difensivo, Alex Burg all’inizio del sesto inning è stato l’unico uomo a raggiungere il cuscino, infatti Maestri ha poi chiuso l’inning con un nulla di fatto. I Bandits hanno tentato la rimonta, con Brad Dutton che grazie ad un paio di errori difensivi ha raggiunto la seconda base, mentre il battitore successivo, David Sutherland la prima. A questo punto Perth ha deciso di cambiare Schmidt con Cameron Lamb che ha chiuso l’inning in maniera magistrale, mantenendo il vantaggio per 3 a 2.on in relief.

All’inizio del settimo, Aaron Baker ha subito colpito un doppio, ma poi si è fatto eliminare dopo la battuta di Givens da Alex Maestri che lo ha colto fuori base. Quest’azione è stata l’ultima della partita per il lanciatore italiano che ha lasciato il posto a Chris Lamb. Il mancino di Brisbane ha prima regalato una base ball a Brenden Webb e poi ha subito una valida da McOwen. A basi piene il lanciatore di Brisbane è stato subito cambiato e, sul monte di lancio, è entrato Sean Jarrett. Jarrett ha eliminato per strike out i successivi battitori per mantenere il punteggio sul 3 a 2.

Entrambi i pitchers hanno continuato la partita fino alla fine non concedendo più nulla e fissando il punteggio finale sul 3 a 2.

Daniel Schmidt è risultato il vincente dell’incontro, lanciando 5.2 inning in maniera eccellente. Cameron Lamb ha lanciato 3.1 inning senza concedere valide e conquistando la salvezza. Alex Maestri, nonostante i solidi 6.1 inning lanciati e i 9 strike out effettuati ha subito la sconfitta. Anche Jarrett ha lanciato in maniera stellare per 2.2 inning.

Gli Heat sono stati guidati in attacco da McOwen che ha concluso la serata con un 2/3 con un doppio, due basi rubate e un punto segnato. Aaron Baker ha invece battuto 2/4 con un fuoricampo. Un altro fuoricampo è stato colpito da Brenden Webb.

Kenta Imamiya, Matt Roxburgh e Josh Roberts sono stati gli unici a battere valido per Brisbane. I punti sono stati segnati da Imamiya e Roberts.

“Abbiamo giocato una bella battaglia stasera” ha poi detto il manager dei Bandits Kevin Jordan. “Eravamo sotto solo di un punto, abbiamo avuto due buone opportunità per pareggiare la partita ma non le abbiamo sfruttate. Perth è campione in carica per questi motivi. Penso che stasera abbiamo dato la prova di esser capaci di poter tener testa ai campioni in carica.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *