Comincia il girone di ritorno della serie A1 di baseball

Garcia Ambrosino

SI TORNA A GIOCARE A BASEBALL IN ITALIA

Ricomincia il girone di ritorno della serie A1 di baseball

Anche Alessandro Maestri di nuovo in campo

L’articolo della Fibs.

Torna a pieno regime il campionato di Serie A1 Baseball che si appresta ad iniziare il girone di ritorno della regular season. I dominatori della prima parte della stagione, la UnipolSai Bologna e il Rimini, reduci rispettivamente dal terzo e dal secondo posto in Coppa Campioni, affrontano rispettivamente il Tommasin Padova e il Nettuno City per continuare la cavalcata verso i playoff. Il match clou in ottica graduatoria sarà quello fra Parma Clima e Città di Nettuno, attualmente terza e quarta della classe, che si giocherà in Emilia. La T&A San Marino, archiviata la delusione della coppa europea, se la vedrà con il Padule per rianimare le sue possibilità di accesso ai playoff.

Il confronto fra Parma Clima e Città di Nettuno è indubbiamente il più affascinante del weekend. Distanziate da una sola vittoria in classifica e reduci da un pareggio nella serie d’andata, le due squadre hanno di fronte un weekend al “Nino Cavalli” che potrebbe rivelarsi cruciale. I due lanciatori con più eliminazioni al piatto ottenute sinora, nonché due dei cinque migliori partenti del campionato, Erly Casanova (4-1, 2.25 PGL) e Scott Richmond (3-0, 1.54 PGL), potrebbero sfidarsi uno contro l’altro, ma anche le “seconde scelte” non sono di minor qualità, visto che sia Ulfrido Garcia (4-1, 2.73 PGL) per Parma sia Marcos Frias (4-2, 3.00 PGL) per il Città di Nettuno sono cresciuti di recente. Il bullpen potrebbe giocare un ruolo importante, perché i nettunesi dipendono soprattutto dalle performance di Castillo, mentre i ducali possono affidarsi non solo a Pirvu e Pomponi, ma soprattutto all’italo-venezuelano Luis Lugo.

Garcia Ambrosino

Nel reparto offensivo essere cinici sarà fondamentale contro pitcher di questa caratura. Ci saranno parecchi battitori italiani a darsi battaglia. Da un lato Alex Sambucci (in testa nella classifica degli RBI con 18 punti battuti a casa), Sebastiano PomaLeonardo Zileri e molti altri, dall’altro Paolino AmbrosinoAndrea SellaroliMattia Mercuri e compagni avranno la responsabilità di trascinare le loro squadre. Nella prima partita della serie, come ha annunciato la società parmigiana, sarà il capitano del Parma Calcio Alessandro Lucarelli ad effettuare il primo lancio.

Tredici vittorie su quattordici, il miglior lineup (.300 AVG), miglior difesa (11 errori) e il pitching staff più continuo (2.14 media PGL). Questo è il biglietto da visita della UnipolSai Fortitudo Bologna dopo un girone d’andata, in cui la formazione di Lele Frignani è stata sconfitta solo a Nettuno. Pronta a fermare la corazzata felsinea c’è un Tommasin Padova che spera di ribaltare i pronostici per mantenere vive le speranze playoff. Occhi puntati sull’ex di turno Alex Russo, che ha la miglior media battuta del campionato (.446) con sette doppi e dieci punti battuti a casa. L’impronta aggressiva del resto del lineup, che presenta altri battitori insidiosi come Perdomo e Hidalgo, è testimoniata dalle 32 basi su ball guadagnate (penultimi in campionato). In termini di punti segnati resta il quinto attacco d’Italia, soffrendo in particolare i lanciatori mancini. Il franco-canadese Marc-Andre Habeck, nonostante qualche problema di controllo (20 BB in 35 riprese lanciate), e Yohan Pino (3 vinte-2 perse, 2.20 PGL) guidano uno staff del Padova che cerca risposte più consistenti anche dal bullpen, sovente determinante nelle partite dei veneti.

Josè Hidalgo

In cinque delle otto sconfitte, infatti, i patavini hanno perso di tre o meno punti. All’andata la Fortitudo vinse due partite complicate e va con l’obiettivo di portare in doppia cifra la striscia vincente. L’attacco, che vanta una media di 7.29 punti a partita, accoglie di nuovo José Flores, lasciato fuori per regolamento dal roster bolognese in Coppa Campioni, ma dovrà fare a meno di Beau Maggi, infortunato. Da tenere d’occhio il rendimento di Giuseppe Mazzanti che in dieci partite ha già conquistato la testa della classifica dei fuoricampisti assieme a Mattia Reginato con quattro longball. Dopo il tour de force a Rotterdam, la UnipolSai punta a gestire tutto il suo gruppo di lanciatori, capitanato da Jorge Martinez (2.45 PGL) e da Andrea Pizziconi (2.65 PGL), che sono stati i due pitcher maggiormente utilizzati come partenti. La serie comincia venerdì nella città di S. Antonio, due giorni dopo aver festeggiato il santo patrono, mentre sabato la serie si sposta sotto le Due Torri.

Nella giornata di sabato, il Rimini gioca in casa dell’Angel Service Gruppo Secur Nettuno City per riprendere la marcia in questa regular season, interrotta dallo sweep contro Bologna. I romagnoli dovranno fare a meno di Raul Ruiz che è tornato in Venezuela per motivi familiari, ma possono comunque contare su Alex Bassani e Ricardo Hernandez per rimpiazzarlo. Logan Duran resta il punto fermo della rotazione riminese con una media PGL di 3.62 in sette partenze. L’attacco neroarancio ha accusato una lieve flessione, ma vuole riscattarsi dalla sfortunata finale della Coppa Campioni. Alex Romero e Freddy Noguera battono oltre .400 di media, mentre la potenza di Angulo, a secco da parecchio nella categoria fuoricampo, e di Celli possono fare la differenza contro un monte di lancio nettunese deficitario. Il Nettuno City ha subito quasi quattordici valide a partita nel girone d’andata e ha chiuso con una sola gioia nella serie con il Padule. Carlos Misell e Ramón Garcia paiono confermati come partenti. I lanciatori del Rimini dovranno stare attenti al pericoloso Vazquez, che batte .419 in otto partite, ma la profondità non corrisponde alla caratteristica principale del lineup del Nettuno City, che ha subito più strikeout di tutti al giro di boa.

La T&A San Marino naviga al quinto posto con una partita da recuperare, ma non può permettersi scherzi in casa contro il Recotech Padule, capace di sgambettare il Rimini lungo la riviera romagnola. Si affrontano i due attacchi con la media battuta più bassa del campionato (.208 per i titani, .182 per i toscani). Tuttavia, i sammarinesi hanno segnato il doppio dei punti rispetto ai loro prossimi avversari e vantano dieci fuoricampo. Quest’ultimo dato viene però eclissato dagli sconvolgenti 147 strikeout subiti che corrispondono a 11.31 eliminazioni al piatto subite a partita. Il pitching staff ha dati più confortanti (terzi con una media PGL di 2.58), ma ha faticato nella settimana scorsa in Coppa Campioni. Alessandro Maestri è tornato a lanciare contro Heidenheim e tornerà a dare man forte al duo Quevedo-Jimenez. Il Padule gioca senza pressione e conterà sui due partenti Baños e Rodriguez per limitare i danni in difesa. Nel reparto offensivo, l’unico che batte sopra .300 è Yordany Alarcon, mentre il resto del lineup va a giornate contro un livello di lanciatori alto. I titani hanno vinto entrambi gli scontri a Sesto Fiorentino al debutto e nel doppio confronto di sabato proveranno a ripetersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *