Italia sconfitta in amichevole

ITALIA SCONFITTA IN AMICHEVOLE DAI PROSPETTI DEI MARINERS (5 A 1)

L’articolo della redazione di Baseball Mania.

Gli azzurri, ancora in costruzione, dopo i primi cinque giorni di lavoro in Arizona, hanno giocato il primo test-match perdendo 5-1 contro una selezione di giovani prospetti dei Seattle Mariners.

Oggi, mercoledì 27 febbraio, si replica.

Da Peoria, Arizona, Michele Gallerani.

Ricevuta la visita di Alex Liddi, che ha fatto da padrone di casa della splendida struttura del Peoria Sports Complex , centro di allenamento dei San Diego Padres di Chris Denorfia e dei Seattle Mariners, gli azzurri sono scesi in campo contro una giovane formazione della franchigia di cui fa parte anche Liddi.

Ancora senza i giocatori di Major League, tra i quali proprio Denorfia (che nel frattempo scendeva in campo a pochi passi dagli azzurri contro i Cincinnati Reds) e Liddi, che si aggregheranno solo domenica, Marco Mazzieri ha voluto testare i suoi giocatori. Una prima amichevole per capire quale sia il grado di preparazione della squadra, dando turni in battuta ai giocatori di posizione e lanci ai pitcher.

Alla fine il risultato dice 5-1 per i giovani Mariners, con due valide azzurre (Reginato e Ambrosino) contro le nove degli avversari. L’impressione è comunque che si sia sulla strada giusta. Il monte di lancio (due riprese ciascuno per Panerati e Mariotti, una ripresa a testa per Da Silva, Cicatello, Burkard, Grifantini e Pugliese), fatta eccezione per la settima ripresa (affidata a Burkard), è sembrato solido e a un buon livello di forma.La partita è stata bloccata fino alla quinta ripresa, quando l’Italia si è portata per prima in vantaggio con un punto segnato da Ambrosino (salvo a casa su doppia rubata con corridori agli angoli, con Desimoni che si faceva prendere in trappola tra prima e seconda).

Il pareggio Mariners, che sfruttano anche un errore difensivo, arriva subito al cambio campo. Al settimo poi c’è l’allungo dei Mariners: Burkard concede due basi ball, un singolo, un doppio e un fuoricampo e, vista anche la grande velocità e potenza dei lanciatori della squadra americana (un pitcher a ogni ripresa), non c’è più tempo per recuperare.

Mercoledì 27 si replica, contro lo stesso avversario e tra gli azzurri sarà il primo test di lancio per Maestri, Sweeney, Torra, Crabbe, Venditte, Serafini e D’Amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *