La dura lotta per un posto nel roster

ALEX MAESTRI E LA DURA LOTTA PER RIMANERE NEL ROSTER DEGLI ORIX BUFFALOES IN GIAPPONE

L’articolo di Daniele Mattioli, Grande Slam.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La cosa certa è che sarà battaglia. Non in senso letterale, ma metaforico.

A pochi giorni dall’inizio dello Spring Training che si terrà ad Okinawa, ci sono ancora dubbi sui 4 stranieri che gli Orix Buffaloes chiameranno in prima squadra per l’inizio della stagione 2014 della Nippon Baseball League. Tra i 5 firmati, c’è anche il nostro Alessandro Maestri, giunto alla terza annata nel paese del Sol Levante. Vediamo, invece, chi sono gli altri 4 giocatori in lotta con il pitcher azzurro per un posto nella Major League giapponese.

Esteban German: l’utility dominicano, ex Texas Rangers e Kansas City Royals in passato, ha già disputato le stagioni 2012 e 2013 in Giappone con i Saitama Seibu Lions, caratteristica da non sottovalutare per le secelte finali. L’arrivo di Betancourt potrebbe però chiudergli qualche porta per l’accesso in prima squadra ma il fatto di poter essere utilizzato come esterno e all’occorrenza come leadoff per via della sua velocità gli fa recuperare punti preziosi. Brandon Dickson: l’unico straniero insieme al nostro Maestri a essere confermato nel roster degli Orix, parte avantaggiato rispetto al nostro lanciatore per la solida stagione 2013, conclusa con una media ERA di 2.77.

La sua presenza nel roster finale sembra cosa certa.Yuniesky Betancourt: l’ex interno dei Seattle Mariners e dei Milwaukee Brewers, ha firmato poche ore fa un contratto da circa 980 mila dollari per il team asiatico e occuperà probabilmente il ruolo di terza base degli Orix. Uno dei dirigenti dei Buffaloes, Ryuzo Setoiama, ha dichiarato che Betancourt sarà uno dei pezzi da novanta del lineup e di conseguenza gli ha già garantito il posto assicurato in prima squadra. Willy Mo Pena: l’ex stella dei Cincinnati Red,s ma con un passato in atre 4 squadre della Major League, arriva ai Buffaloes con un contratto da 1.5 milioni di dollari, dopo 2 stagioni passate con i Fukuoka Softbank Hawk. Giocherà principlamente da prima base e da battitore designato, ma occhio ai problemi fisici.

Lo scorso anno ha disputato solo 55 partite, colpendo 1 solo fuoricampo per una media battuta di .255 con 16 punti battuti a casa.In conclusione, 3 dei 4 posti in rosa da dare ai giocatori stranieri sono già praticamente di German, Betancourt e Dickson. Il nostro Alessandro Maestri se la dovrà vedere probabilmente con l’ex Mariners Willy Mo Pena per l’ultimo spot disponibile. Il prossimo 1 febbraio inizia lo Spring Training. Dopo 20 giorni sapremo chi l’ha spuntata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *