Prima vittoria in Messico ed è ancora storia del baseball italiano

Storia del baseball italiano

VITTORIA DI MAESTRI IN MESSICO PER SCRIVERE UN ALTRA PAGINA DI STORIA DEL BASEBALL ITALIANO

Per Alessandro Maestri arriva la prima vittoria nel campionato Messicano.

Un altra pagina di storia del baseball italiano è stata scritta.

Storia del baseball italiano

Il lanciatore che ha calcato i campi di tutti gli angoli del globo suggella un’altra ottima prestazione in Messico con la prima vittoria in campionato.

Ecco l’articolo ufficiale sul sito dei Rojos del Aguila de Veracruz.

Si gioca all’Estadio Universitario di Beto Avila, davanti a 2.677 spettatori. Si affrontano i Rojos del Aguila de Veracruz contro le Tigres di Quintana Roo.

Alessandro sale sul monte ed elimina con uno strike out il leadoff di Quintana Roo, Freddy Guzman. Si presenta al box Carlos Alberto Gastelum che batte un singolo e guadagna la base.

Con un uomo in prima base Greg Golson batte in diamante per il doppio gioco che chiude l’inning.

Anche l’attacco di Veracruz è veloce e finisce con un doppio gioco in diamante dopo la valida di Juan Martinez.

Al secondo inning Barbaro Canizares batte subito valido, ma il successivo strikeout a Christian Marrero e la battuta in doppio gioco di Brian Hernandez chiudono la ripresa.

Tre out veloci anche per l’attacco dei Rojos del Aguila.

Terzo inning. Alessandro Maestri regala una base ball a Sergio Contreras che viene poi eliminato sul tentativo di rubata dalla precisa assistenza del catcher Alan Espinoza.

Le due rimbalzanti di Fernando Alejos e Jose Herberto Felix finiscono nel guantone del prima base Balbino Fuenmayor per i tre out dell’inning.

Per l’attacco della squadra di Maestri nulla da segnalare, due rimbalzanti e un out al volo.

Al quarto si ripresenta nel box Freddy Guzman che batte una mozzarella al volo su Maestri.

Carlos Alberto Gastelum ci prova con un bunt a sorpresa, ma è sempre Alessandro a raccogliere ed assistere in prima. Greg Golson batte sull’esterno destro ed è il terzo out.

Al quarto Veracruz cerca di segnare. Enrique Osorio batte al volo sull’esterno centro, Juan Martinez colpisce duro e guadagna la seconda base. Con un uomo in posizione punto ed un out, Luis Mauricio Suarez viene eliminato al piatto, mentre Balbino Fuenmayor non riesce a trovare l’angolo giusto e la sua battuta finisce nelle mani del prima base avversario che lo elimina facilmente.

Il quinto inning è ancora veloce per Maestri, rimbalzanti di Barbaro Canizares e Brian Hernandez. Strikeout a Christian Marrero.

Tre battitori e tre eliminati veloci anche per l’attacco di Veracruz.

Siamo al sesto inning con il punteggio ancora fermo sullo 0 a 0.

Alessandro parte forte: Sergio Contreras gira il terzo strike, Fernando Alejos lo guarda. Due out e Jose Heberto Felix al piatto che batte sull’interbase. 3 out e cambio campo.

Alla fine del sesto le Aquile di Veracruz si svegliano. Alan Espinoza è subito eliminato. Alejandro Rivero batte un doppio che lo porta in seconda base.

Enrique Osorio batte un singolo sull’esterno destro e porta a casa il primo punto della partita. Il successivo singolo di Juan Martinez e la base per ball regalata a Luis Mauricio Suarez riempiono le basi con un out.

Balbino Fuenmayor riesce a colpire un singolo a destra che porta a casa due punti: 3 a 0 Veracruz.

L’inning si chiude con due strikeout.

Al settimo è ancora Alessandro sul monte, l’inning parte male e infatti Alessandro regala subito due basi per ball. Con Freddy Guzman e Carlos Alberto Gastelum in base, il coach di Veracruz decide di non rischiare e toglie dal monte Alessandro, con Ruben Vicente pronto a rimpiazzarlo.

Vicente regala subito una base per riempire le basi.

Fortunatamente Barbaro Canizares batte in doppio gioco e nonostante il punto segnato da Freddy Guzman (ERA Maestri), la difesa di Veracruz si salva.

Ruben Vicente viene subito sostituito da Jeff Ibarra che induce Christian Marrero a battere una rimbalzante per il terzo out.

Al nono inning i Tigres provano la rimonta, Barbaro Canizares batte un singolo con Freddy Guzman in prima base che, con una gran corsa riesce a segnare il punto del 3 a 2. E’ comunque bravo il closer di Veracruz, Fernando Nieve ad ipnotizzare l’ultimo attacco di Quintana Roo.

E’ ancora storia per il baseball italiano quindi. Maestri lancia 6 inning completi, regala tre basi per ball e mette a segno 5 strikeout. Per lui un punto subito e una media ERA di 3,19.

Per Maestri 1 vittoria e 3 sconfitte nel campionato Messicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *