Eldorado Nipponico – Arcobelli per la gazzetta

ELDORADO NIPPONICO

Eldorado Nipponico, l’articolo di Stefano Arcobelli sulla Gazzetta dello Sport.

Intanto qualcosa di nuovo si muove anche nel baseball internazionale: in Giappone. Nello scorso novembre si è rinnovata al Tokyo Dome la sfida tra le selezioni della Major league Usa e di quella nipponica, che ha vinto per la terza volta nella sua storia. E altri due grandi eventi per il 2015, in grado di soddisfare un mercato in continua espansione, sono stati presentati da Riccardo Fraccari, presidente della Wbsc, la confederazione congiunta baseball e softball che nel 2020 potrebbe rientrare ai Giochi olimpici proprio a Tokyo.

Il 10 e 11 marzo prossimi nello stadio da 55.000 posti che sorge nel quartiere Bunkyo di Tokyo, è prevista una doppia esibizione tra una rappresentativa professionistica nipponica e una selezione europea, guidata dal manager della nazionale olandese Steve Janssen, che avrà come bench coach il ct azzurro Marco Mazzieri. Il vecchio continente sceglierà 28 giocatori di sette nazioni diverse, compreso il lanciatore Alessandro Maestri, dal 2012 stella degli Orix Buffaloes di Osaka.

“E’ un evento di promozione eccezionale – esulta Mazzieri – per il baseball europeo e di grande importanza è l’apertura della Nippon professional baseball” Fraccari, con il commissione della Nbp Kumazaki, ha anche alzato il velo sull’annunciato Premier 12, il nuovo torneo per professionisti, che metterà in campo le prime dodici nazionali del ranking mondiale. La manifestazione si svolgerà dall’8 al 12 novembre tra il Giappone, che ospiterà l’Opening Game, le semifinali e le finali al Tokyo Dome, e Taiwan, che organizza il primo round robin ed i quarti di finale. Al via della manifestazione: Giappone, Stati Uniti, Cuba, Taiwan, Olanda, Repubblica Dominicana, Canada, Corea del Sud, Portorico, Venezuela, Italia (undicesima nella graduatoria) e Messico. I calendari verranno resi noti nelle prossime settimane. Negli auspici della Wbsc la nascita del Premier 12 dovrebbe essere l’anticamera al ritorno ai giochi olimpici, dopo l’ultima apparizione a Pechino 2008.

Le nuove normative Cio danno libertà al paese organizzatore di aggiungere discipline nel programma ufficiale. “Le Olimpiadi – dice Fraccari – sono il più grande spettacolo sportivo del mondo. Dalla parte di baseball e softball c’è la passione che il popolo del Giappone ha per questi sport. E il nostro obiettivo è far parte del programma dei Giochi 2020”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *