Esordio amaro per la Danesi Nettuno

IL RIMINI BATTE IL NETTUNO ALL’ESORDIO

Esordio amaro per la Danesi Nettuno nella Ibl 2012. In casa del Rimini i nettunesi cedono 4-2 grazie anche alla grande prestazione del pitcher di casa Cruceta che in sei inning mette a segno 11 k.

Il Nettuno deve fare a meno di Cradonna e schiera Grimaudo in prima, con Renato Imperiali spostato a destra. Sparagna completa la batteria con il partente Santo Hernandez, con Crescenzi schierato come designato. Il Rimini riesce a portarsi in vantaggio già al primo attacco. Chaves batte un singolo a sinistra e ruba la seconda. Persichina spara una volata di sacrificio agli esterni che porta Chaves in terza.

L’1-0 entra grazie alla valida interna di Chiarini. Il Nettuno prova subito a reagire. Sadler al suo primo turno di battuta italiano batte valido al centro. Dopo di lui Mazzanti è out. L’azione non trova continuità con Crescenzi che resta al piatto e con Angrisano che elimina Sadler nel tentativo di rubata. Al terzo inning i padroni di casa allungano. Persichina riceve 4 ball da Hernandez. Mario Chiarini legge bene il terzo lancio del pitcher dominicano e manda la palla oltre l’esterno sinistro per il 3-0 Rimini. Fino al sesto non succede più nulla con Cruceta ed Hernandez che non concedono nulla ai contrapposti attacchi. Al sesto ci pensa Max De Biase a rompere l’equilibrio con un solo homer che vale il 4-0.

Il Nettuno cerca di rientrare in partita al settimo. Retrosi (valida interna) e Bergolla (singolo) spingono il manager dei pirati Catanoso a far scendere dal monte Cruceta per inserire il giovana Tabata. Il venezuelano esordisce con un k a Sadler, ma incassa la doppia rubata dei corridori nettunesi. Con 2 out e due corridori in zona punto si presenta sul piatto Crescenzi che però guarda il terzo strike e fa calare il sipario sulla ripresa. Al nono il Nettuno dimezza lo svantaggio, ma non basta. Tabata passa in base Retrosi che viene spinto a casa dalle valide di Bergolla e Sadler. Arriva il momento di Alex Maestri tra l’entusiasmo dei tifosi di casa. Il pitcher azzurro carica le basi con i 4 ball a Peppe Mazzanti e poi fa entrare il punto del 4-2 con la baseball a Leo Mazzanti (ph per Crescenzi). Maestri chiude il match facendo battere in doppio gioco Vinicio Sparagna. Domani appuntamento alle 15,30 con la sfida Ricardo Hernandez – Enorbel Marquez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *