Gangsta – Il blog di Alessandro Maestri

GANGSTA

Wassup guys?!?

Sono appena tornato dalla mia prima sessione stagionale in piscina, non ho fatto il bagno perché non è ancora cosi caldo, però ho fatto un bel pisolino, ci voleva!

Da ieri è iniziato il mini camp e quindi anche gli allenamenti in campo.

Per ora niente di troppo pesante, oggi primo bullpen di 30 lanci andato via abbastanza liscio. Da quanto ho capito che, da ora in avanti ne tireremo uno un giorno si e uno no, mi sono preoccupato.

Tutto ciò per farci entrare in forma meglio per lo spring training. E’ proprio questo l’obbiettivo del camp; essere un po’ più avanti nella preparazione rispetto agli altri, insomma il parteciparci anche da quanto detto dagli allenatori sembra essere un fatto positivo.

Tra le tante persone che ho rincotrato, il primo giorno ho avuto una chiaccherata veloce con il mio pitching coach dell’anno scorso, che mi ha detto che questo sarà un anno importante di me, dove mi devo porre l’obbiettivo di essere in doppio A per la fine della stagione o addirittura per la fine dello Spring Training.

Sinceramente da come me l’ha detto mi è sembrato di capire che inizierò il campionato con lui a Daytona (singolo A alto) ma come dicevo nell’ultimo post, tanto vale provare a fare il doppio salto!

Comunque per il resto va tutto bene.

Ancora non ho un compagno di stanza, a questo punto inizio a pensare che non ne avrò uno sino all’inizio dello spring training.

Ieri sera siamo andati a mangiare “italiano” in un ristorante non lontanissimo da qua. Eravamo una decina e ci siamo divertiti apparte l’attesa di 45 minuti (da matti!) per sedersi al tavolo.

Io sono salito in macchina con questo ragazzo mezzo americano mezzo messicano che guida un bestione tutto “agghindato” all’interno! Mega impianto, vetri oscurati, una figata.

Ero seduto nei sedili dietro e si girava per le strade con lo stereo al massimo come i veri GANGSTA.

Ahaha. I sedili vibravano da far paura, sboronissimo.

Questa sera se si va da qualche parte se ce la faccio risalgo con lui, perché no.

Magari mi metto anche al collo uno di quei collanoni d’oro tanto per calarmi nella parte.

Regaz ci sentiamo.
Ah, dimenticavo… GRANDE GRAZIANO!!! Sei il migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *