I Bandits pareggiano la doppia sfida

I BANDITS PAREGGIANO LA DOPPIA SFIDA

Alex Maestri on the mound.

E’ stato un giorno di alti e bassi per Brisbane dopo la sconfitta nella partita inaugurale del campionato contro i Canberra Cavalry savbato scorso.

La prima sfida ha visto affrontarsi sul monte di lancio un volto noto sul monte di Canberra, il nativo del Queensland Tristan Crawford. Contro di lui, nel suo debutto nella ABL e nelle fila dei Bandits, l’Italiano già nell’organizzazione dei Chicago Cubs, Alex Maestri.

I due partenti hanno lottato nei primi inning concedendo un solo punto a testa. Dopo che Tristan Crawford è riuscito a lasciarsi alle spalle i problemi del quinto inning, sul monte di lancio è salito il suo fratello più piccolo Nathan, che ha finalmente svegliato le mazze dei Brisbane Bandits.

“E’ stato un sollievo vedere che finalmente abbiamo trovato continuità nel box” ha detto il nuovo manager dei Bandits Kevin Jordan. “Il nostro line up è molto potente sulla carta, sappiamo che è solo questione di tempo.”

Al sesto inning, dopo le valide di Brad Dutton e David Sutherland, i Bandits hanno creato molte occasioni d’oro, finchè il velocissimo esterno centro giapponese dei Bandits, Keiji Nakahara ha battuto un singolo che ha permesso alla squadra di Brisbane di portarsi in vantaggio di due lunghezze. Il battitore successivo, Mitch Nillson ha poi guadagnato una base per ball che, a basi piene, a permesso di portare a casa un punto ulteriore aumentando il vantaggio che poi i Bandits non hanno più perso.

Al settimo inning i Bandits hanno allungato di nuovo costringendo il lanciatore avversario Nathan Crawford (1.2 inning lanciati, 6 punti subiti, 8 valide concesse) a fare una doccia anticipata.

“Con due out e nessun uomo sulle basi al settimo inning siamo riusciti a portare a casa quattro punti. Questo ci dice tanto sulla voglia di fare e la voglia di emergere che ha la squadra” ha detto Jordan.

David Sutherland, che ha battuto 4/4 con due punti battuti a casa, ha battuto un missile verso l’esterno destro per far segnare Josh Roberts (che ha concluso la sua serata con un 2/5). Nakahara ha continuato con una valida al centro, proprio in mezzo agli esterni di Calvary che non si sono capiti e hanno lasciato cadere la pallina, permettando a Rory Rhodes e a Sutherland di segnare altri due punti.

“Cosa si può dire di Goofy (soprannome ufficiale di David Sutherland)? Che è semplicemente un battitore professionista, intelligente e con molta disciplina. Partite come questa mi fanno solo sognare a quello che potrà produrre durante tutto l’arco del campionato” ha sottolineato Jordan.

Maestri (1 vinta -0 perse) ha finito la gara con uno spettacolare score personale. 5 Inning lanciati, nessun punto ERA subito, due valide concesse, una base ball e la prima vittoria in carriera nel campionato ABL.

“E’ stato magnifico debuttare e portare a casa subito una vittoria all’esordio” ha detto Maestri. “Ma bisogna dare credito ai battitori per la grande performance. Speriamo sia la prima di tante vittorie in stagione.”

Il lanciatore veterano dei Bandits, Jon Veitch ha lanciato invece 1/3 inning guadagnando la prima salvezza dell’anno con la prima vittoria dei Bandits col punteggio di 7 a 4.

“E’ un sollievo vincere la prima partita come allenatore di questa nuova squadra” ha poi detto Jordan. “Però si sa com’è il baseball, bisogna festeggiare, assorbire le sensazioni positive, fare un bel respiro e poi lasciarsi tutto alle spalle, perchè domani è un altro giorno. E, in questo caso, abbiamo ancora meno tempo per celebrare, visto che avremo una seconda partita stasera.”

Domani si concluderà la serie Canberra-Brisbane con l’ultima gara al Narrabundah Ballpark.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *