I Falcons festeggiano i 35 anni

I FALCONS FESTEGGIANO 35 ANNI DALLA FONDAZIONE

foto.bmp

Si è svolto sabato 12 gennaio presso l’Osteria Castellabate di Torre Pedrera, il “Falcons Galà Dinner 2013”, dedicato ad onorare e celebrare il 35° anniversario della fondazione della società sportiva Torre Pedrera Baseball.

Al Galà hanno partecipato 185 persone. Come da tradizione la festa si è svolta in grande stile; in una sala splendidamente addobbata per l’occasione, con una partecipazione di pubblico degna delle migliori occasioni (circa 185 persone), e due grandi ospiti d’onore: il capitano della Nazionale campione d’Europa in carica e colonna portante del Rimini Mario Chiarini, ed il “campione dei quattro continenti” Alessandro Maestri, cresciuto proprio nelle fila dei Falcons ed ora pitcher degli Orix Buffaloes nella Nippon Baseball League.

Durante la serata, una video proiezione su grande schermo ha fatto rivivere a tutti l’emozionante annata di successi delle giovanili Falcons. Tra una portata e l’altra si sono svolte le premiazioni, individuali e di squadra; numerosissime visti gli ottimi risultati conseguiti sul campo da tutte le formazioni. Il Presidente Andrea Pasini ha preso più volte la parola; prima per ringraziare i numerosi ospiti presenti, poi per presentare le attività del 2013: i tre classici tornei giovanili estivi, l’ormai tradizionale Summer Camp e la novità del torneo seniores in programma nei primi giorni di settembre.

Ha preso poi la parola Luigi Bellavista: “Purtroppo i discorsi annoiano le persone; sì, le persone a cui non importa sapere dove si trovano e come ci sono arrivate!” – ha esordito lo storico fondatore dei Falcons – “Qualcuno si sarà chiesto perchè a Rivabella c’è un campo da baseball e ci gioca il Torre Pedrera. 35 fa abitano a Torre Pedrera e lì ho fondato la società; poi quando serviva un campo ci siamo spostati dove era possibile averlo. E oggi paradossalmente, per tutto il mondo del baseball Rivabella è Torre Pedrera”. Bellavista prosegue con un invito agli adulti presenti: “Lavorando insieme si può costruire un buon futuro per questi ragazzi” e ironizza “ovviamente non vi si chiede di dedicare 35 anni della vostra vita come ho fatto io…”.

Poi conclude rivolgendosi ai ragazzi: “Ricordatevi sempre: non tutti potrete diventare grandi campioni, ma potrete impegnarvi ogni giorno a far bene in quello che riuscite, divertendovi e crescendo come bravi atleti, bravi amici e bravi cittadini.”Dopo l’emozionante tuffo nel passato tocca al responsabile tecnico Davide Sartini riportare tutti al presente, e lo fa chiamando sul palco una ad una le 7 squadre che scenderanno in campo nel 2013, per un totale di 95 atleti: un nuovo record per i Falcons, che fanno del loro numeroso settore giovanile un vanto.

Protagonisti indiscussi della parte finale della serata sono invece i due campioni ospiti d’onore, Maestri e Chiarini, che si mettono in gioco prima rispondendo ad una serie di domande degli incuriositi partecipanti, e poi prendendo parte attivamente alla lotteria. E se lo scorso anno l’ambito premio finale era stato il lanciatore azzurro, che aveva regalato a tre falchetti l’emozione di allenarsi con lui, nel 2013 è stato Mario a mettersi in gioco, offrendosi di essere per un giorno il coach dei cinque ragazzi vincitori.Hanno chiuso la serata una splendida torta ed un brindisi alla stagione 2013 che è ormai alle porte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *