In A1 baseball si accende la lotta per le posizioni che contano

Carlos Quevedo San Marino Baseball

L’articolo scritto dalla Fibs.

Saranno lo stadio di Serravalle di San Marino e lo “Steno Borghese” di Nettuno ad accendere i riflettori sulla quinta giornata di andata del campionato di Serie A1 Baseball. Per questo turno, il calendario propone la lotta per il secondo posto tra Sipro Nettuno Baseball City e Parmaclima e vede un San Marino interessato a fare il colpo grosso contro l’Autovia Castenaso, ultimo in classifica a pari merito con Godo, che sabato se la vedrà con i Rangers Redipuglia per un doppio confronto tra neopromosse. A prescindere dai risultati del week-end di baseball, a fine turno al primo posto in classifica resterà l’Unipolsai Fortitudo Bologna che, reduce mercoledì da un pareggio per 6-6 nel test match contro la nazionale di Gerali, si gode il turno di riposo forte di tre lunghezze sulla seconda in classifica.

Carlos Quevedo San Marino Baseball

La due giorni di Nettuno è sicuramente quella più importante del quinto turno di A1 baseball. Le due compagini, guidate da Gianguido Poma e Carlo Morville, sono separate soltanto da una vittoria ed arrivano da momenti di forma diametralmente opposti. Il Parmaclima si presenta in riva al Tirreno forte di due successi nella difficile sfida di Ronchi dei Legionari contro i Rangers e con tre vittorie nelle ultime cinque partite. Di contro, il Nettuno City è obbligato a dare segnali di vita dinanzi al proprio pubblico dopo i due sweep rimediati in casa da San Marino e in trasferta da Bologna, dove la squadra di Morville ha rimediato 26 punti ed una sconfitta per manifesta. Sarà sfida nella sfida: oltre alla posizione in classifica, in balio c’è anche comando della classifica dei fuoricampoSebastiano Poma del Parma e Leomart Rodriguez del Nettuno infatti dividono la vetta con tre home run ciascuno. Non a caso, le due formazioni vantano i due migliori attacchi del campionato ma Parma, che comanda per media battuta (.293 contro .284), percentuale di arrivi in base (.380 contro .374), punti segnati a partita (7.88 contro6.13) e valide da basi extra (31 contro 25), rischia di dover fare a meno di tre pedine fondamentali per l’attacco quali capitan ZileriAlex Sambucci e Ricardo Paolini, in dubbio per il doppio confronto. Nettuno ha dalla sua la media bombardieri (.478 contro .475) alla quale partecipano tre tripli (primi assieme a Bologna) e 12 fuoricampo contro i 9 battuti dall’attacco bianco-blu. La differenza risiede tutta nel monte di lancio: è qui, infatti, che Nettuno soffre. È terzultima per PGL (5.82) e per strikeout messi a segno (52) e tra tutte è la squadra che ha concesso più valide e più basi su ball. Statistiche, queste, dove il gruppo di Poma eccelle. Raúl Ruiz (2-2, 4.34) e Erly Casanova (1-0, 1.29) dovrebbero essere i prescelti per gara 1 mentre Paolo Taschini (0-2, 8.78) dovrà dare risposte confortanti contro il sorprendente Mattia Aldegheri (1-0, 3.50).

Il San Marino guarda con molta attenzione al confronto tra Parma e Nettuno perché con un doppio successo contro il Castenaso, e in caso di pareggio tra le due rivali, potrebbe addirittura riuscire nel doppio sorpasso. Ma prima di fare sogni al miele, la squadra di Mario Chiarini deve pensare innanzitutto ad uscire indenne dai due confronti con la neopromossa (gara 1 venerdì a San Marino, gara 2 sabato a Castenaso), che, a dispetto di un magro bottino (1V–5 P), ha battuto molto bene nelle sei partite fin qui disputate. Sul monte di lancio San Marino ha dalla sua l’esperienza di Alessandro Maestri (0-1, 4.72) e di Carlos Quevedo (1-1, 2.65), terzo miglior partente del campionato per media PGL, probabili partenti nella serie, ed un bull pen di invidiabile qualità (Perez e Coveri su tutti). La stessa cosa non si può dire per il gruppo di Marco Nanni, che non ha offerto prestazioni rassicuranti. Sarà quanto mai necessaria una prova di forza da parte dell’azzurro Diego Fabiani (0-1, 9.90), reduce da 11 basi su ball nelle ultime due partenze contro Rangers e Godo, e una prova di qualità da Aliangel Lopez (1-2, 4.32), che se la vedranno con delle mazze sicuramente riposate (San Marino ha osservato un turno di riposo) ma in debito di potenza (un solo fuoricampo in 202 turni di battuta).

Tutto in un giorno allo stadio “Casadio” di Russi (Ravenna), dove il Godo Baseballospiterà i Rangers Redipuglia di Frank Pantoja per un “derby” tra neopromosse. Sabato scorso, in una giornata caratterizzata da forte vento e soprattutto tanta pioggia, il Godo ha potuto festeggiare il primo successo in stagione a poche ore di distanza da un amaro 9-0 in casa del Castenaso. Adesso la squadra di Marco Bortolotti ha tutto il diritto e la voglia di provare a far nascere una striscia vincente affrontando una squadra reduce dalla doppia sconfitta casalinga contro il Parma. Redipuglia ha dalla sua le mazze di Renzo Martini (.480) e Efrain Contreras (.360) – rispettivamente 1° e 10° in A1 per media battuta, con Martini che viaggia ad una media di due valide a partita, ed è secondo in media bombardieri e media arrivi in base soltanto a Sebastiano Poma del Parma e proprio al godese Evangelista (che comanda la sua squadra per numero di valide, doppi e basi su ball guadagnate) – ma ha l’handicap della difesa (già a quota 14 errori dopo appena 6 partite disputate) che mai ha strizzato l’occhio al gruppo di lanciatori capitanato dai partenti José Escalona (1-0, 2.84) e Eduard Pirvu (1-2, 4.58) probabili starter delle due sfide. Per Godo, i probabili partenti sono Jorge Hernandez (0-3, 8.31) e Matteo Galeotti (0-0, 9.72), chiamati a migliorare record poco dignitosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *