La prima di Maestri contro i Giants

LA PRIMA DI MAESTRI NELLO SPRING TRAINING CONTRO I GIANTS

Ritorna a lanciare il nostro Alessandro Maestri in gara di Spring-Training con la sua casacca #91 dei Buffaloes e oggi per la prima volta ha affrontato gli Yomiuri Giants.
Questo match era valido per le gare ufficiali degli Spring-Training (chiamate anche Exibition Game), che si vedono da programma da metà Febbraio fino a qualche giorno prima dell’Opening-Day ufficiale della NPB e da questa settimana si è tornato a giocare negli stadi della NPB ed è finita la preparazione atletica che si svolge sulle Isole Okinawa.
AleMae in questo mese aveva già giocato, infatti contro i Chiba Lotte Marines domenica scorsa (2 Marzo) in una partita valida solo come amichevole e non utile a fini statistici e quindi solo per far trovare forma ottimale per i giocatori. In questo match, che non ho potuto scrivere articolo, ha lanciato sempre dopo il giovane mancino Takahio Matsuba (prima scelta del draft 2012) per 2 riprese e ha subito 1 ER, con 2 H, 1 BB e 1 HP, dove i suoi Buffaleos vengono sconfitti per 8-4, giocando al Kochi Municipal Stadium, nell’omonima prefettura.
Oggi dunque, come scritto sopra, viene chiamato ancora in causa dal monte di lancio e sempre dopo il partente di turno, contro i temibili Giants di Tokyo, che sconfiggono questi Buffaloes per 10-6. Match che ha visto sempre loro dominare, siglando svariati punti nei primi inning, contro l’ex MLB Kei Igawa (prima sua partita di questo 2014) e anche Maestri, subisce dei punti, a causa di HR e anche di errore difensivo, ma rimane saldo dopo quanto accaduto.

Partita disputata al Kyocera Dome di Osaka, davanti a 10598 spettatori, iniziata alle 18:00 locali (10:00 italiane) e durata 3 ore e 26 minuti di gioco, con i seguenti arbitri: HB: Tsuchiyama; 1B: Yamamura T.; 2B: Satō; 3B: Kakinoki.

La gara si sblocca subito in favore dei Giants, che colpiscono il partente dei Buffaloes, il mancino Kei Igawa, dove nella parte alta della 1ª ripresa, dove arriva gli rbi battuti dall’esterno Hisayoshi Chono (prima scelta per loro nel draft del 2009), dal 3B Shuichi Murata e dal venezuelano Jose Lopez, tutti con dei doppi, che fissano il punteggio sul 3-0 Giants. Almeno i tre eliminati arrivano con dei buoni strike-out lanciati da Igawa.
Quest’ultimi schieravano sul mound lo starter americano Chris Seddon, proveniente da buona esperienza in KBO (che ha giocato con gli SK Wyverns, realizzando un record di 14-6, 187.1 IP, 160 K, ERA 2.68 e WHIP 1.35, subendo 169 H di cui 14 HR), che dopo aver subito un singolo da lead-off da parte dell’ex Lions Esteban German, ottiene bene gli altri out.
Nella ripresa successiva il partente dei Buffaloes cerca di trovare il suo ritmo, ma con 2 out all’attivo e corridori agli angoli, arriva il singolo-rbi del catcher Shinnosuke Abe, che porta i suoi sul 4-0.
Un altro punto entra nella parte alta del 3° inning, con un Igawa che subisce ancora quindi, con rbi su ground-out dell’esperto ex Dragons Hirokazu Ibata.
Al cambio di campo i Buffaloes cominciano a colpire il pitcher dei Giants, con singolo-rbi dell’esterno Tomotaka Sakaguchi e altro rbi pervenuto con ground-out battuta dall’ex MLB Yuniesky Betancourt (SS), che porta dunque il punteggio sul 2-5, riaprendo in qualche modo questo match.
Al 4° inning è il turno di Alessandro Maestri scendere in campo, infatti rileva uno stanco Igawa dopo 71 lanci (3.0 IP, 5 ER, 4 K), che dopo aver fatto battere a terra Hisayoshi Chono per il primo out, concede una BB a Shuichi Murata.

In questa situazione subisce un fuoricampo a destra da parte del capitano esperto Shinnosuke Abe, dopo averlo sfidato, che porta i suoi sul 7-2!
Paga l’esperienza di questo battitore ottimo, che è sempre pronto a fare la differenza, ma AleMae non si scompone ed è abile a chiudere questa ripresa, con ground-out fatta battere a Jose Lopez e pop-out in zona di foul sul 1ª base ad Hayato Sakamoto.
Nella parte bassa i suoi compagni di squadra mettono ancora in difficoltà il partente dei Giants, Chris Seddon, che subisce un rbi da ground-out di Kazunao Yamamoto, poi singolo-rbi di Ryoichi Adachi (scelto nel draft del 2011) e doppio-rbi di Esteban German, che portano il punteggiosul 5-7 e nuovamente cambiato.
Al 5° inning Maestri ottiene subito il 1° out, ovvero ground-out dell’ex Lions Yasuyuki Kataoka, ma poi subisce un singolo dal giovane esterno Itaru Hashimoto e un doppio da Hirokazu Ibata, con corridore che giunge fino in 3ª base.

Il battitore successivo, il mancino Leslie Anderson, batte a terra una rimbalzante, ma il 1B dei Buffaloes commette un errore difensivo, che fa appunto arrivare salvo in prima lo stesso Anderson, mentre Hashimoto segna l’8-5 momentaneo, con il PR Daisuke Fujimura, che arriva in 3ª base. AleMae subito dopo concede una BB (seconda sua della gara) all’esperto Yoshinobu Takahashi, ma poi Murata batte una profonda fly-ball, che fa arrivare salvo a casa base Fujimura, quindi volata di sacrificio che vale il 9-5, dopodiché arriva il 3° out con fly-ball battuta da Abe S. Dunque entrambi i punti non sono guadagnati su Maestri, ma sono lo stesso decisivi ed importanti ai fini della partita.

Nella 6ª ripresa Maestri parte nuovamente con 1 out all’attivo, ovvero ora Lopez che batte una ground-out in diamante, poi come già visto in precedenza mette in base corridori, con due singoli in successione di Sakamoto e Kataoka.
Con loro in base arriva anche il primo strike-out per il romagnolo, sfidando bene il giovane Hashimoto, che gira a vuoto e viene così messo a sedere con K girato, poi il giovane interno Daisuke Fujimura è il 3° out, battendo l’ennesima ground-out e termina qui la prova dell’italiano.
Nell’inning che segue i padroni di casa riescono a siglare un altro punto, contro il rilievo Ryota Katsuki, ex Buffaloes tra l’altro, che aveva sostituito l’americano Seddon, con rbi su ground-out di Adachi, che fa cambiare il punteggio parziale sul 6-9.
Da questo punto in poi la partita regala solo un’altra emozione offensiva, con i Giants che incrementano il loro vantaggio al 7° inning, dove contro il rilievo Kentaro Kuwahara entra il punto del 10-6, non guadagnato su di lui a causa di un altro errore della difesa di casa.
Da qui in poi i lanciatori ingranano bene contro i battitori avversari e che non fanno concretizzare le occasioni che stavano per creare in qualche frangente.
Si segnalano per i Giants il rilievo canadese Scott Mathieson e il mancino Kyosuke Takagi (scelto nel draft del 2011 al 4° giro), mentre per i Buffaloes l’ultimo lanciatore ad entrare è Motoki Higa.

I Giants con questa vittoria (registrata per Chris Seddon) salgono al 2° posto nella classifica pre-season con record di 5 W e 2 L (.714 di W%), mentre i Buffaloes, perdenti oggi (sconfitto Kei Igawa) sono sesti con record di 3 W e 3 L (.500 di W %). Maestri è giunto a lanciare 8.0 IP in queste partite con voglia sua di far vedere tutte le sue qualità per poter partire con il roster ufficiale della NPB, lanciando sempre di più e buona capacità di reazione.

Quindi in totale AleMae ottiene 3.0 IP, 4 R, 2 ER, 5 H di cui 1 doppio e 1 HR, 1 K e 2 BB, 68 lanci; in generale soffre l’esperienza del line-up di questi Giants, con il fuoricampo subito dal veterano Shinnosuke Abe e la loro tenacità di andare in base, ma dopo il 4° inning gioca meglio, ed è complice un errore difensivo che finisce col subire altri 2 punti. Una costante del suo match è stato quello di mettere uomini in base dopo aver ottenuto il 1° out della relativa ripresa e al 6° inning ottiene anche il suo primo strike-out della gara, al fronte di 2 BB concesse sia al 4° che al 5° inning.

Ora dopo questo match peggiora alcuni suoi numeri statistici, sale la sua ERA a 3.38, WHIP a 1.63 e FIP a 5.58, sebbene il campione statistico sia abbastanza poco ampio e 3 partite sono di allenamento in pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *