La squadra di Chiarini si riscatta in gara2 con l’ottimo Alex Maestri sul monte.

Ale Maestri San Marino

Nel box scatenati Reginato e Rondon.

L’articolo di baseballmania.

Ale Maestri San Marino

La gara2 sammarinese è una risposta forte e concreta. È vittoria per la truppa di Mario Chiarini, che batte 11-7 Bologna con un grande inizio e mantiene il secondo posto in classifica. Il box di battuta produce dieci valide con all’interno i fuoricampo di Reginato e Rondon (per lui anche un singolo e un doppio), mentre sul monte il vincente è Maestri, intoccabile nei primi quattro inning (perdente Bassani).

INIZIO PRO SAN MARINO. L’inizio è tutto sammarinese, con due punti al primo e addirittura cinque al secondo. Al 1° comincia bene Giordani (base ball), lo segue ottimamente Rondon (doppio dell’1-0) e finisce in maniera eccellente Flores, la cui volata di sacrificio vale il 2-0. Al 2° i Titani scappano via e lo fanno segnando cinque punti in situazione di due eliminati e nessuno in base. Prima ecco quattro singoli di fila: Giordani, Rondon, Romero (3-0) e Flores (4-0). Poi ecco la gran legnata di Mattia Reginato, con pallina sparata fuori dalle recinzioni per il fuoricampo da tre punti che vale il 7-0. Bologna inserisce Scotti per Bassani, col rilievo che chiude la ripresa e non subisce punti al 3°, ma al 4° arrivano altre due segnature: per Rondon e Romero c’è la base ball, con Flores che batte poi la rimbalzante del 9-0 e l’errore della difesa sulla battuta di Reginato che genera il 10-0.

BOLOGNA ACCORCIA. Maestri, dopo quattro inning perfetti (nessun arrivo in base), al 5° viene toccato dal doppio di Marval e dal singolo di Vaglio, con successiva volata di Agretti per il primo punto Fortitudo (1-10) e doppio di Dobboletta per il secondo (2-10). La partita viaggia senza ulteriori scossoni fino all’8°, quando gli ospiti accorciano ulteriormente su Coveri. Il rilievo manda in base Dobboletta (quattro ball) poi, dopo il K su Martina, la difesa sceglie di provare l’out in seconda sulla rimbalzante di Nosti. Operazione non riuscita e due in base, con la successiva valida di Ferrini a siglare il 3-10 e il fuoricampo di Polonius invece a firmare il 6-10. Nella parte bassa dell’8° la gran serata di Rondon prosegue col solo-homer dell’11-6 sammarinese, mentre al 9°, su Mazzocchi, Bologna segna sul singolo di Martina. Finisce 11-7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *