Maestri festeggia il bis

MAESTRI FESTEGGIA IL BIS AL DEBUTTO GIAPPONESE

Alla sua prima uscita sul mound dei Kagawa Olive Guyners, ottiene una salvezza e piazza due strike-out. 24 ore dopo, il viserbese lancia un’altra ripresa senza valide né punti (dritta a 148 km/h) e brinda al doppio successo della squadra. Un grande bis.

L’avventura di Alessandro Maestri nel Sol Levante è iniziata nel migliore dei modi. E anche Shinji Nishida, l’allenatore della nuova squadra del lanciatore viserbese, ha di che rallegrarsi: due vittorie per i Kagawa Olive Guyners nelle prime due partite della stagione contro i Kochi Fighting Dogs.

Il campionato 2012 della “Shikoku Island League Plus” è iniziato sabato scorso e nel debutto in trasferta contro i Fighting Dogs, Maestri ha ottenuto un importante salvezza chiudendo la partita con i tre out conclusivi di cui 2 strike-out. I Guyners hanno vinto 3-2 grazie a 6 battute valide contro 3 sole subite.

Nel secondo match, disputato il giorno di Pasqua davanti al pubblico amico (quasi 1.700 spettatori per l’esordio al Rexxam Stadium), Maestri è salito per la prima volta sul monte di lancio di Kagawa. E’ entrato in campo per un’intera ripresa con gli Olive Guyners avanti per 10-3 e ha chiuso il match con tre veloci eliminazioni consecutive (due rimbalzanti e un out al volo). Stando alle rilevazioni riportate dai coach nipponici, la veloce di Maestri ha raggiunto i 148 chilometri orari. Il lancio inaugurale della partita è stato affidato al governatore della prefettura di Kagawa, Hamada Keizou. E poco dopo, a conclusione della cerimonia che festeggiava la prima gara interna, l’allenatore degli Olive Guyners, Nishida e quello dei Fighting Dogs, Sadaoka, hanno ricevuto un mazzo di fiori ma soprattutto un prodotto tipico locale, una varietà di “noodles” conosciuta come “Sanuki Udon”.

Una simpatica usanza in chiave gastronomica che sarebbe interessante vedere anche su qualche diamante italiano, con ben altre leccornie.Sabato prossimo gli Olive Guyners di Maestri giocheranno ancora in casa contro gli Ehime Mandarin Pirates.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *