Nazionale in campo

LA NAZIONALE DI BASEBALL IN CAMPO A VERO BEACH

Dopo un viaggio di 24 ore e una notte di riposo, il manager Mazzieri impegna gli azzurri in una doppia seduta di allenamento: “Abbiamo qualità, siamo pronti e non ci vogliamo fermare”. Durante la riunione di presentazione dello staff, il tecnico di Grosseto non ha nascosto le sue ambizioni

“In questi giorni pensavo ai nostri 4 anni assieme come ad un treno che fa il suo percorso”.
Marco Mazzieri ha avuto la piena attenzione dei giocatori della nazionale portando il suo discorso di apertura del Camp di Vero Beach in questa direzione.
“E’ un percorso iniziato lentamente, alle varie stazioni qualcuno è sceso e qualcun altro è salito. Ma ora andiamo spediti”.
Mazzieri ha poi mostrato la stampa di una locomotiva (“non sono molto bravo a disegnare, ho stampato una foto”) e quindi, con un’altra immagine, l’obbiettivo finale: la zona medaglia del Mondiale IBAF.
“Chi era in Florida a marzo lo ricorda” ha continuato Mazzieri “Parlavamo di Alex Liddi e del sogno che aveva. Bene, lui il suo sogno lo ha raggiunto. Ora tocca a noi”.

L’appuntamento sul campo 1 dello Sports Village (l’ex Dodger Town) di Vero Beach era per le 10.20. Alle 10 però, nonostante fossero reduci da un viaggio (dalle rispettive sedi a Roma, poi a Philadelphia, quindi a Fort Lauderdale in aereo e l’ultimo tratto in pullman per Vero Beach) di 24 ore, tutti gli azzurri erano già a disposizione.
“Questo” ha detto Marco Mazzieri “Mi conferma che siamo pronti. Non vogliamo tornare indietro” ha concluso il manager, riferendosi alla medaglia di bronzo conquistata all’Intercontinentale di Taiwan.

Mazzieri ha anche parlato della scelta che lui e i suoi collaboratori dovranno necessariamente fare: “Siamo in 25, forse diventeremo 26” il riferimento è alla possibilità di avere Liddi “Al Mondiale andiamo in 24. Voi tutti siete qui per un motivo, noi siamo un gruppo unico, che comprende anche giocatori che non sono qui, ma lo staff ha la facoltà e il dovere di scegliere quelli che sono i giocatori giusti per un determinato torneo. Sceglieremo quindi in serenità e allo scopo di presentare la squadra migliore”.

L’incontro è servito per presentare alla squadra tutto lo staff, composto (oltre che dai tecnici) da: il Capo Delegazione Mario Falaschi, il medico dottor Andrea Pellegrini, il fisioterapista Massimo Baldi, il preparatore atletico Gianni Natale e il responsabile Club House Augusto Medina.
“E’ un onore lavorare con loro” ha detto Mazzieri “Perchè si tratta di gente competente e che opera con grande passione”.

La Florida ha accolto la delegazione italiana con una splendida giornata, i cui aspetti negativi sono il sole cocente e l’elevato grado di umidità.
La preparazione inizia con una mattina dedicata al lavoro atletico e prosegue con una seduta tecnica al pomeriggio. Da martedì 26 settembre inizia la serie di 4 amichevoli che precedono il Mondiale.

L’hitting coach Mike Piazza si unirà al gruppo dal pomeriggio di lunedì quando arriverà anche Cody Cillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *