San Marino e Parma Clima si dividono la posta in palio nelle partite del sabato

L’articolo della Fibs.

La serie di gare tra San Marino e Parma Clima si è conclusa con il bilancio di due vittorie ad una per la formazione dei Titani di Mario Chiarini. Avagnina e compagni si sono imposti questo pomeriggio nella seconda gara con il risultato di 4 a 1 ma questa sera si sono arresi al Parma Clima con il finale di 3 a 2 in un match risolto dai ducali all’ultimo tuffo.

GARA DUE

Parma Clima e San Marino hanno lottato sul filo del rasoio per sei riprese prima che gli ospiti mettessero la mani sulla partita sfruttando un incerto rilievo di Rivera.

I lanciatori presentati inizialmente da Guido Poma e Mario Chiarini hanno lungamente rivaleggiato in bravura. In cinque riprese l’ex Nicola Garbella ha messo a segno cinque strikeout ed ha concesso soltanto due valide e due basi per ball. Dall’altra parte Mattia Aldegheri ha mostrato un controllo perfetto (nessuna base per ball) che gli ha permesso di ottenere dodici eliminazioni consecutive dopo la valida di Di Fabio che ha portato in vantaggio gli ospiti: il punto del San Marino pesa comunque sulla coscienza della difesa di casa che ha commesso due errori nello stesso inning e che si è fatta sorprendere da un’azione di doppia rubata “seconda-casa”.

L’inseguimento di un Parma Clima piuttosto sprecone – al terzo zero punti sul tabellone partendo da una situazione di prima e terza occupate e zero out – è stato coronato al sesto quando un impreciso Luca Di Raffaele ha rilevato Garbella. La corsa aggressiva di Paolini e Koutsoyanopulos, entrambi in base per ball, ha permesso a Gradali di alzare la volata di sacrificio dell’uno a uno.

Al cambio di campo il San Marino ha fatto suo l’incontro. Rivera ha manifestato evidenti problemi di controllo ed ha concesso a Celli e Reginato due basi per ball che sono state concretizzate in punti dalle valide di Avagnina (doppio) e Caseres.

Il Parma Clima ha trovato ancora la forza per reagire e al cambio di campo ha riempito le basi: a quel punto Chiarini ha chiamato al lavoro Alessandro Maestri che ha chiuso il match con uno strikeout su Paolini ed una battuta in doppio gioco di Desimoni.

GARA TRE

Il San Marino è arrivato a un solo out dalla conquista di una tripletta che avrebbe avuto effetti fondamentali sulla classifica. Il Parma Clima ha conquistato il successo quando oramai sembravano affievolite anche le ultime speranze grazie ad una valida del veterano Stefano Desimoni e ad un marchiano errore del seconda base Di Raffaele che non è riuscito ad addomesticare una corta battuta in diamante di Koutsoyanopulos.

Per lunghi tratti il match è stato nelle mani dei lanciatori. Luis Lugo e Markus Solbach hanno mostrato lampi della propria classe tenendo il monte con autorità per quattro riprese. Entrambi hanno messo a segno sette strikeout ed hanno concesso un punto agli attacchi avversari. Quello del San Marino nella prima parte della quarta ripresa è frutto delle valide consecutive di Celli (doppio) e Reginato (singolo), quello ottenuto dal Parma Clima al cambio di campo è stato originato da un errore di Pulzetti e da una valida di Sambucci, migliore dei suoi nel box con un eloquente “tre su tre”. Il greco Kourtis ha poi confermato le proprie qualità realizzando cinque strikeout nelle due riprese assegnategli da Chiarini mentre sul monte ducale si sono espressi ad ottimi livelli Michele Pomponi e Francesco Nardi, risultato lanciatore vincente del match.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *